Atletica: Maratona Roma. Domenica 25^ edizione

Si svolgera’ domenica 7 aprile la XXV edizione della Maratona di Roma, l’evento di running quest’anno organizzato dalla Fidal e da Roma Capitale, quest’anno inserito nella classifica Gold della federazione e nella Silver Label Road Race della IAAF. Presentata questa mattina in Campidoglio in aula Giulio Cesare, vedra’ al via 10mila partecipanti che si ritroveranno alle 8.35 alla partenza in via dei Fori Imperiali, a Largo Corrado Ricci, dove torneranno al termine dei 42,195 chilometri. 88 nazioni, 2920 stranieri, 7080 italiani, 7966 uomini e 2034 donne. Questi sono alcuni dei numeri che accompagnano questa edizione speciale che sara’ trasmessa da Rai Sport. Come ogni anno ci sara’ anche una stracittadina di 5 chilometri che partira’ sempre da via dei Fori, qualche minuto dopo lo start dei professionisti della maratona e arrivera’ all’interno del Circo Massimo dove ci saranno stand e animazioni ad attenderli. Chi vorra’ partecipare alla stracittadina potra’ iscriversi da domani e fino al 6 aprile andando al villaggio della Maratona, che quest’anno sara’ allestito al Ragusa Off, l’ex magazzino dell’Atac, recentemente ristrutturato, su via Tuscolana, uno spazio di oltre 6mila mq dove si potranno ritirare i pettorali e i pacchi gara e dove gli sponsor svolgeranno eventi di intrattenimento. Il percorso, che ha il riconoscimento dell’Unesco, vedra’ il via sotto al Colosseo, tocchera’ l’Arco di Costantino, per la prima volta vedra’ i runner percorrere tre chilometri della Colombo per poi proseguire su via Ostiense e sul Lungotevere. A circa meta’ percorso si passera’ lungo via della Conciliazione per poi entrare nel quartiere Prati per poi tornare al Lungotevere. Sparisce il tratto di via della Moschea. Gli ultimi 8 chilometri, infine, saranno percorsi all’interno del Centro Storico. Tra i top runner per i colori azzurri ci saranno Daniele Meucci, del gruppo dell’Esercito Italiano, e Ahmed Nasef, cosi’ come Giorgio Calcaterra, tre volte campione della 100Km. Ma la Maratona di Roma non sara’ solo la corsa: vicino all’evento sportivo ci saranno una serie di altri eventi collaterali come l’esibizione dei trampolieri e della cantante Giulia Luzi, la banda musicale dei Bersaglieri, la banda musicale della Polizia di Stato, il festival del folklore internazionale, la banda della Marina Militare, tutti eventi sparsi lungo il percorso, mentre al Circo Massimo ci saranno i dj di Radio 105. Ad ogni partecipante che terminera’ i 42,195 chilometri verra’ consegnata una medaglia che vedra’ rappresentati il Colosseo e l’Arco di Costantino. “Una edizione zero, da un certo punto di vista ma propedeutica a una nuova stagione – ha detto l’assessore allo Sport, Daniele Frongia -. In pochi mesi sono riusciti ad arrivare a un numero record, con il sold out dei 10mila e mi prefiguro gia’ il prossimo anno quando supereremo questi numeri. Nei prossimi mesi avremo l’aggiudicazione del bando per l’organizzazione della Maratona, entro maggio si avra’ il risultato. Ringrazio il presidente Fidal Alfio Giomi che insieme a Roma Capitale hanno portato a casa questo grande risultato per la citta’”. “Tutto il gruppo avrebbe la voglia di organizzare anche una seconda Maratona ma non sta a noi decidere, vogliamo dare il massimo supporto possibile e quest’anno l’abbiamo fatta perche’ per noi era un dovere, provate a pensare se non l’avessimo fatta, staremo a parlare delle macerie di un grande evento – ha detto Giomi -. Siamo riusciti a tenerla in piedi, a raggiungere un sold out 12 giorni prima e questo e’ importante per quello che verra’. Oggi consegniamo un patrimonio a coloro che si sono candidati a organizzarla e gli metteremo a disposizione tutte le conoscenze, le competenze, la passione che il nostro gruppo e’ riuscito a mettere in campo. Questo deve essere considerato un successo perche’ e’ un patrimonio della citta’ e di tutti coloro che amano lo sport, basti pensare ai 3mila stranieri iscritti per capire la potenzialita’ infinita”.
Per Giomi e’ stata anche l’occasione per rinnovare una richiesta pubblica al governo a favore dei runner: “Credo sia arrivato il momento di avere una norma che consenta agli atleti di tutto il mondo di poter gareggiare nelle stesse condizioni in cui gareggiano in tutto il mondo. 10mila atleti rappresenta il limite massimo che potevamo accogliere in questo momento – ha concluso -.
Il progetto era partito pensando a 4/5mila e i 10mila sono il massimo che potevano essere organizzato e gestiti”.
(ITALPRESS).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.