Salario minimo: Furlan “Confronto valorizzi ruolo contratti”

“Voremmo che il confronto che abbiamo iniziato sul salario minimo con il Governo valorizzasse il ruolo della contrattazione collettiva e di come facciamo crescere non solo la paga oraria ma estendere anche diritti, tutele, garanzie a quei lavoratori oggi non coperti dai contratti. Questo e’ il nostro obiettivo”. Lo ha detto oggi la segretaria Generale della Cisl, Annamaria Furlan, a Mantova all’iniziativa di Confartigianato “Combattere la crisi per costruire innovazione e sviluppo”. “Il problema e’ oggi come irrobustiamo le buste paga dei lavoratori attraverso un fisco amico del lavoro. E’ importante che oggi imprese e sindacati dicano insieme al Governo di tagliare il cuneo fiscale. L’85% dell’erario si basa sui prelievi dei lavoratori e pensionati. Finora tutti i governi non ne hanno tenuto conto. Speriamo che sia la volta buona”, ha sottolineato la leader Cisl.

“Le piccole e medie imprese artigiane hanno bisogno di crescere nel nostro paese, ma per questo hanno soprattutto bisogno di una rete di servizi all’impresa e di infrastrutture adeguate alla sfida della competitivita’ e della qualita’ – ha aggiunto la Furlan. “Dobbiamo mettere sempre al centro la dignita’ del lavoro e la partecipazione. Il lavoro e’ quello che offre una prospettiva di crescita e un vero diritto di cittadinanza, valorizzando la persona”. (ITALPRESS).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.