Oncologia, tecnologia Car-T, costituito gruppo di progetto

Il Parlamento ha stanziato 5 milioni di euro per il 2019 per un progetto di ricerca relativo alle nuove tecnologie CAR-T per la cura dei tumori. Altri 5 milioni erano stati stanziati per la medesima finalita’ dalla legge 17 dicembre 2018, n. 136. La Camera dei Deputati, con l’Ordine del giorno 1334-B/217 del 30 dicembre scorso ha delineato il complessivo percorso attuativo e i relativi attori, impegnando il Governo ad assumere una serie di iniziative finalizzate a raggiungere gli obiettivi individuati dal legislatore con le norme citate. In particolare, l’Ordine del giorno da’ indicazioni per la formazione di un Gruppo di progetto che dovra’ presentare entro il 30 aprile 2019, alla VII Commissione Cultura della Camera, un progetto di fattibilita’ sulle CAR-T. Lo stesso ordine del giorno indica come componenti del gruppo di progetto rappresentanti dell’Ospedale S. Gerardo-Fondazione Tettamanti di Monza, della societa’ Molmed e dell’Istituto di Biostrutture e Bioimmagini del CNR di Napoli, nonche’ gli IRCCS della Rete oncologica che prevedono la messa in funzione, entro un anno, di officine farmaceutiche idonee allo sviluppo di terapie CAR-T, ovvero l’Ospedale Pediatrico Bambino Gesu’ di Roma e l’Ospedale S. Raffaele di Milano.

Il Ministero, avvalendosi della Rete Alleanza contro il cancro ha effettuato la ricognizione degli altri IRCCS aderenti alla Rete per individuare quelli impegnati nelle attivita’ di ricerca sulle terapie CAR-T. La ricognizione ha individuato l’Istituto di Candiolo, l’Istituto Oncologico Veneto di Padova, la Fondazione Policlinico Universitario Agostino Gemelli di Roma e l’Istituto Scientifico Romagnolo per lo studio e la cura dei tumori di Meldola. Questi IRCCS, unitamente a rappresentanti dell’Ospedale S. Gerardo-Fondazione Tettamanti di Monza, della societa’ Molmed e dell’Istituto di Biostrutture e Bioimmagini del CNR di Napoli, sono pertanto stati individuati quali componenti del Gruppo di progetto costituito con il decreto datato 11 marzo 2019, a firma del Sottosegretario alla salute Armando Bartolazzi. (ITALPRESS).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.