Torna Energicamente, famiglie e studenti a lezione di energia

Sono gia’ 17 mila gli studenti italiani coinvolti nell’ottava edizione di Energicamente, il progetto di Estra, realizzato in collaborazione con Legambiente che, dopo aver aderito alla ‘didattica digitale’, e’ oggi una piattaforma a cui possono aderire le scuole di ogni regione d’Italia. Un percorso ludico didattico per le scuole primarie e secondarie di primo grado, un corso di formazione per gli insegnanti, percorsi di alternanza scuola lavoro per le secondarie di secondo grado e due concorsi, uno per le classi e uno per le famiglie. Queste le componenti fondamentali del progetto che ad oggi conta su 800 scuole iscritte, 907 docenti coinvolti (e iscritti alla piattaforma), 612 team/squadre iscritti, circa 17.000 studenti coinvolti e 34.000 famiglie raggiunte. Il progetto Energicamente si e’ anche aggiudicato il primo premio per la Categoria ‘Ambiente, Consumo Responsabile e Iniziative No Profit’ del 19esimo Interactive Key Award, il Festival dedicato alla comunicazione pubblicitaria all digital su web e mobile. “Energicamente e’ un progetto perfettamente in linea con le politiche che ha la Regione Toscana sull’energia sia perche’ da un lato stiamo lavorando molto sul fronte della pianificazione, immaginando anche una Toscana green al 2050 totalmente affrancata dalle fonti tradizionali fossili, sia perche’ con l’agenzia energetica che ha preso il via dai primi di gennaio vogliamo anche noi entrare nelle case dei cittadini”, ha detto l’assessore all’Ambiente e all’energia Federica Fratoni.

“Quindi il passaggio della collaborazione con i gestori e con una grande associazione come Legambiente che della formazione e l’informazione ai ragazzi ha fatto un proprio marchio di fabbrica, e’ assolutamente essenziale perche’ solo con i corretti stili di vita, le abitudini quotidiane, riusciamo a dare un contributo all’ambiente che spesso e’ anche un contributo alle nostre tasche – ha aggiunto -. Generalmente le politiche ambientali piu’ efficaci sono quelle che si coniugano con i compor tamenti che producono anche un risparmio di risorse, per cui questa iniziativa, che e’ cresciuta moltissimo nel tempo e si e’ spostata anche su una piattaforma web accessibile anche da molte scuole fuori dalla nostra regione, credo che sia un fiore all’occhiello di quelle che sono le iniziative che la Regione Toscana, insieme ai tanti partner che agiscono in questo settore, puo’ mettere in campo e vantare”. (ITALPRESS).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.