Nuovi settori cooperazione tra Malta e Tunisia

L’11^ sessione della Commissione mista Malta-Tunisia si e’ svolta a Malta il 4 febbraio 2019, con l’accordo per rafforzare la cooperazione in materia di commercio e economia, cultura, turismo, gemellaggi, trasporti, formazione professionale e occupazione, istruzione, ricerca e innovazione, salute, agricoltura e pesca, nonche’ questioni relative al benessere sociale, come la lott alla violenza di genere, la risposta allo sviluppo dell’infanzia primaria e cooperazione nel campo degli anziani. Durante i colloqui che si sono tenuti a Valletta martedi’, il ministro degli Esteri e della promozione commerciale Carmelo Abela e il suo omologo tunisino Khemaies Jhinaoui hanno espresso ottimismo sul fatto che le eccellenti relazioni tra i due paesi vicini saranno ulteriormente consolidate attraverso contatti commerciali e interpersonali.

“Le nostre recenti visite ad alto livello testimoniano ulteriormente l’importanza che Malta offre a una piu’ stretta collaborazione con la Tunisia”, ha affermato il ministro Abela. “Siamo orgogliosi di aver ospitato la Commissione mista Malta-Tunisia, che ha contribuito a rafforzare ulteriormente le nostre relazioni reciproche in diversi settori. Siamo desiderosi di migliorare ulteriormente e consolidare le relazioni bilaterali in vari settori”.

Al centro dell’agenda dei ministri c’erano anche questioni di interesse regionale, tra cui la necessita’ di un’ulteriore collaborazione per il conseguimento della pace e della stabilita’ nel Mediterraneo, la situazione in Libia, l’immigrazione irregolare e le relazioni della Tunisia con l’Unione europea. I colloqui bilaterali, seguiti da una conferenza stampa congiunta, si sono svolti a margine di una visita di stato a Malta dal presidente della Tunisia Beji Caid Essebsi. I due ministri hanno anche firmato il verbale concordato dell’11ma sessione della commissione mista, un accordo sull’occupazione temporanea, un memorandum d’intesa sulla risposta allo sviluppo della prima infanzia, un protocollo di cooperazione sugli anziani e un programma di Cooperazione culturale per gli anni 2019 – 2021. (ITALPRESS).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.