Fisco: dall’Anci proposta di legge per semplificazione

L’Anci ha presentato, in commissione Finanze della Camera, la proposta di legge “per la semplificazione fiscale, il sostegno delle attivita’ economiche e delle famiglie e il contrasto dell’evasione fiscale”. Per i sindaci le esigenze di semplificazione costituiscono un terreno di intervento di primaria importanza anche per cio’ che riguarda gli oneri in capo alle amministrazioni locali, i cui costi in termini di tempo e risorse si ripercuotono direttamente e indirettamente sulla qualita’ dei servizi che l’amministrazione stessa e’ in grado di erogare. L’Anci lancia una piattaforma di proposte di semplificazione amministrativa, contabile e fiscale, con l’obiettivo di “liberare” i sindaci e gli amministratori locali da tutti quegli ostacoli che impediscono un’attivita’ continuativa e regolare durante il loro mandato e, soprattutto, li impegnano in attivita’ e compiti inutilmente gravosi e in molti casi anacronistici. Gli amministratori locali da tempo segnala l’urgenza di un complessivo riordino della fiscalta’ comunale e della riscossione locale, rimaste ancorate a provvedimenti vetusti, e in taluni casi ormai.

I sindaci chiedono l’aggiornamento della disciplina dei tributi locali che possono restituire maggiore organicita’ ai prelievi in una prospettiva di semplificazione nella gestione e nei rapporti con i contribuenti, di certezza dei gettiti e di potenziamento delle attivita’ di contrasto all’evasione. Entrando nel merito del ddl l’articolo 9 stabilisce che il versamento dell’addizionale comunale all’Irpef sia effettuato dai sostituti d’imposta “cumulativamente per tutti i Comuni di riferimento”. L’articolo 13 stabilisce la decorrenza dell’efficacia delle deliberazioni regolamentari e tariffarie relative alle entrate tributarie degli enti locali a partire dalla data di pubblicazione sul sito del Mef. Tale disposizione, di cui l’Anci propone la soppressione, andrebbe a limitare in maniera illogica l’operatività e l’efficacia delle delibere regolamentari e tariffarie adottate da parte degli enti locali. (Italpress).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.