Turchia: ritiro dal mercato di 10 mila tonnellate di nocciole

A partire dal primo novembre 2018 la Tmo, l’agenzia sussidiaria del ministero dell’Agricoltura turco, responsabile dell’acquisto delle nocciole, interverra’ sul mercato per sostenere i produttori locali. La decisione e’ stata ufficializzata nei giorni scorsi dal presidente Tayyip Erdo?an in un incontro al Parlamento, durante il quale e’ stato comunicato il ritiro dal mercato di circa 10mila tonnellate del frutto in guscio. Lo riferisce l’Agenzia Ice di Istanbul riprendendo una notizia pubblicata online da Italiafruit News “Il primo novembre – ha spiegato Erdogan – inizieremo ad acquistare le nocciole di seconda qualita’ a 14 lire turche il chilo (2,2 euro/kg), mentre quelle di prima fascia a 14,5 lire. Inoltre, forniremo ai produttori certificati un contributo aggiuntivo di due lire il chilo, per un totale di 16-16,5 lire il chilo (2,53-2,61 euro/kg)”. “L’anno scorso i prezzi del frutto erano bassi – ha aggiunto il presidente – e siamo quindi dovuti intervenire acquistando 143 mila tonnellate a un valore compreso tra 10 a 10,5 lire turche”.

“Quest’anno la qualita’ della produzione sembra buona” ma “i prezzi sono nuovamente scesi”, ha specificato ErdoGan. Cosi’ lo Stato ha scelto di continuare a supportare un “comparto fondamentale” per l’economia turca, alle prese nell’ultimo anno con la svalutazione della propria moneta. (Italpress).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.