S&P: Brunetta “Parole dure da agenzia, governo modifichi manovra”

“Le parole dell’agenzia di rating Standard&Poor’s sono state molto dure nei confronti dell’esecutivo Conte: A nostro avviso – si legge nel report – il piano economico del governo rischia di indebolire la performance di crescita dell’Italia, e la nuova legge di bilancio rappresenta “un’inversione di tendenza rispetto al precedente programma di consolidamento dei conti”. Cosi’, in una nota, Renato Brunetta, deputato e responsabile del dipartimento di politica economica di Forza Italia. “L’agenzia ha anche lanciato l’allarme rosso sul sistema bancario italiano, sottoposto a rischi che hanno gia’ intaccato i loro coefficienti patrimoniali: la nuova politica economica e fiscale del governo – si legge nel report- ha eroso la fiducia degli investitori e di riflesso aumentato gli interessi sul debito pubblico col risultato di arrivare ad influenzare negativamente l’accesso delle banche (grandi creditrici dello Stato) al mercato dei capitali. Il rischio e’ che la capacita’ delle banche di finanziare l’economia italiana verrebbe significativamente ridotta soprattutto a danno delle piccole e medie imprese. Con queste pesanti valutazioni, sarebbe il caso che il Governo corra subito a rivedere la sua Legge di Stabilita’, prima che oltre al futuro downgrade di S&P, il credit crunch bancario diventi sistemico”. (Italpress).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.