Nucleare: secondo incontro Italia-Slovenia su sicurezza

Si è svolto a Lubiana, a due anni da quello tenutasi a Trieste, il secondo incontro tecnico bilaterale Italia-Slovenia sui temi della radioprotezione e del rischio nucleare transfrontaliero. Il convegno era previsto nell’ambito dei programmi e delle attività di cooperazione internazionale, in applicazione della direttiva Euratom sul controllo delle radiazioni ionizzanti. Al centro del dibattito è stato il tema della condivisione di informazioni sui piani di emergenza e di sicurezza in caso di incidente nucleare. Al termine del meeting, svoltosi presso la sede dell’Agenzia per la sicurezza nucleare della Slovenia (SNSA), la delegazione italiana – che comprendeva i rappresentanti dell’ispettorato per la Sicurezza nucleare e la radioprotezione (ISIN) e gli esperti dell’Agenzia regionale della protezione dell’Ambiente del Friuli-Venezia Giulia (Arpa Fvg) del centro regionale di radioprotezione – si è recata in visita all’impianto nucleare di Krško.

Agli ospiti sono stati presentati gli ultimi aggiornamenti sui piani di sicurezza della Centrale nucleare, le nuove valutazioni effettuate sul rischio sismico e quello idrogeologico nell’area, sulla gestione in sicurezza dei rifiuti nucleari e sulle procedure di comunicazione ordinarie e di allerta. (Italpress).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.