Mattarella: “Italia rinnova impegno per la pace”

“La ricorrenza della 70a Giornata delle Nazioni Unite, istituita nel 1948 per ricordare l’entrata in vigore – tre anni prima – della Carta dell’ONU, consente di sottolineare l’inestimabile contributo dell’organizzazione a favore del mantenimento della pace e della sicurezza internazionale, della tutela dei diritti umani e della promozione della cooperazione fra gli stati”. Lo afferma in una nota il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella. “L’impegno profuso negli anni dall’ONU e dalle sue agenzie specializzate per raggiungere gli altissimi obiettivi fissati nella Carta, attraversando le difficili vicende che hanno accompagnato questi decenni, conferma la lungimiranza dei fondatori e la sua perdurante attualita’”, prosegue il capo dello Stato.

“Il mondo globalizzato avverte più che mai la necessità di un foro planetario aperto, nel quale la voce di tutti gli Stati possa essere ascoltata in condizioni di eguale dignità. L’universalita’ dell’ONU è la chiave del suo successo, il segreto della sua vitalità – aggiunge Mattarella -. Senza il contributo delle Nazioni Unite, garanzia di un impegno davvero condiviso, la comunita’ internazionale non riuscirebbe ad affrontare le complesse sfide del nostro tempo, con conseguenze ancora più gravi su instabilità e conflitti. L’Italia, nell’assicurare il proprio storico sostegno all’azione onusiana, fermamente convinta dei benefici del multilateralismo, rinnova il suo impegno in prima linea nelle operazioni di mantenimento della pace, nella definizione di coerenti politiche di sviluppo per ridurre la povertà e la fame nel mondo, nell’attuazione di coraggiose iniziative di tutela e promozione dei diritti umani, per costruire, insieme al resto della comunità internazionale, un futuro ricco dl opportunita’ per le giovani generazioni”. (Italpresss).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.