A Palermo “La Grande Guerra dei Carabinieri”

Da oggi sino al 13 ottobre prossimo in mostra a Palermo “La Grande Guerra dei Carabinieri”. Nella caserma Carlo Alberto Dalla Chiesa, sede del Comando Legione Carabinieri Sicilia, nell’ambito delle commemorazioni previste in occasioni del “Centenario della Prima Guerra Mondiale, all’interno della Chiesa di San Giacomo dei Militari, è stata allestita un’esposizione, riproducenti immagini d’epoca. La mostra, voluta dal generale Giovanni Cataldo, comandante della Legione Carabinieri Sicilia, curata e realizzata dal generale Michele Di Martino, ispettore regionale Anc per la Sicilia, in sinergia con l’Ufficio Storico ed il Museo Storico del Comando Generale dell’Arma dei Carabinieri, ricostruisce e racconta, attraverso un percorso espositivo di 22 pannelli illustrativi, ricchi di suggestive immagini d’epoca, il contributo fornito dai Carabinieri allo sforzo bellico del paese nel corso del Primo Conflitto Mondiale. Il generale Cataldo incontrando una rappresentanza di alunni e docenti di varie scuole cittadine, ha sottolineato: “L’Arma dei Carabinieri ha svolto nel corso della prima Guerra mondiale, un ruolo determinante, partecipando al conflitto con un Reggimento Carabinieri distintosi nella Battaglia del Podgora, ricevendo cosi’ la prima medaglia d’oro al valor militare, consegnata il 5 giugno 1920 motivo per il quale noi festeggiamo la festa dell’Arma il 5 giungo. L’Arma grazie alla presenza capillare su tutto il territorio nazionale, è stata impegnata al mantenimento dell’ordine e della sicurezza pubblica”.

L’Alto Ufficiale ha voluto ricordare: “La riproduzione di una pagina di Domenica del Corriere che ricorda le gesta di un Carabiniere che diventò aviatore, allorquando la nascita dell’aviazione è datata proprio nel corso della prima Guerra mondiale, un ex Carabiniere, il Tenente Cabruna che in una circostanza affronto’ uno stormo di caccia austriaci da solo. Mise in fuga tutti i nemici dopo aver abbattuto il caposquadriglia austriaco”. Suddivisi in sezioni tematiche, i pannelli spaziano dall’impegno nei mesi precedenti il conflitto, alle azioni come forza combattente di prima linea, ai servizi di “intelligence” e ai compiti di polizia militare svolti nelle zone di operazioni, alla partecipazione ai corpi di spedizione italiani sui vari fronti esteri, oggi quasi dimenticati, ai Carabinieri aviatori volontari nel Corpo aeronautico dell’Esercito. L’esposizione sarà visitabile dalle ore 9,30 alle 12,30, dal lunedì al sabato con ingresso libero a titolo gratuito, si potrà inoltre visitare la Chiesa di Santa Maria Maddalena e la Sala della Memoria. (Italpress).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.