Pil: Istat, nel secondo trimestre +1.2% su base annua

Nel secondo trimestre del 2018 il prodotto interno lordo (Pil) è aumentato dello 0,2% rispetto al trimestre precedente e dell’1,2% nei confronti del secondo trimestre del 2017. Lo rende noto l’Istat. La crescita congiunturale del Pil e quella tendenziale risultano invariate rispetto alle stime diffuse il 31 agosto 2018. Il secondo trimestre del 2018 ha avuto due giornate lavorative in meno del trimestre precedente e una giornata lavorativa in più rispetto al secondo trimestre del 2017. La variazione acquisita per il 2018 è pari a +0,9%. Nel secondo trimestre, rispetto a quello precedente, i consumi finali nazionali risultano invariati mentre gli investimenti fissi lordi registrano una crescita pari al 2,8%. Le importazioni sono cresciute dell’1,6% mentre le esportazioni sono diminuite dello 0,1%.

La domanda nazionale al netto delle scorte ha contribuito per 0,6 punti percentuali alla crescita del Pil, con 0,5 punti degli investimenti fissi lordi e un contributo nullo sia dei consumi delle famiglie e delle Istituzioni Sociali Private ISP, sia della spesa delle Amministrazioni Pubbliche (AP). Anche la variazione delle scorte ha contribuito positivamente alla variazione del Pil (+0,2 punti percentuali), mentre la domanda estera netta ha fornito un apporto negativo pari a 0,5 punti. Si registrano andamenti congiunturali positivi per il valore aggiunto dell’industria e dei servizi cresciuti rispettivamente dello 0,1 e dello 0,3%, mentre il valore aggiunto dell’agricoltura è diminuito dell’1,4%. (Italpress).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.