Reddito cittadinanza: Di Maio “Meglio sarebbe con tessera sanitaria”

“Abbiamo trovato il metodo per farli spendere e per accreditarli: li eroghiamo attraverso una tessere elettronica. Il massimo sarebbe erogarlo attraverso la tessera sanitaria con il chip che già abbiamo e voglio che questi soldi si spendano su territorio italiano”. Cosi’ il ministro e vice premier, Luigi Di Maio, ospite a ‘Non Stop News’ su Rtl 102.5 a proposito del reddito di cittadinanza e le modalità di spesa. “Tutte le persone che sono sotto la soglia di povertà dovranno avere accesso al reddito, ma non potranno stare sul divano, c’è il dovere di tenere la giornata impegnata a formarsi per i lavori decisi insieme durante il colloquio durante il centro per l’impiego, che sto rifondando con degli esperti americani, e dare 8 ore di lavoro gratuito alla propria città come lavori di pubblica utilità. Questo – ha aggiunto – significa che non potrai lavorare in nero, non potrai stare sul divano e poi arrivano a un certo punto le proposte di lavoro, non sarà il lavoro della tua vita o quello dei sogni, ma è una proposta che reinserisce lavorativamente e quindi finisce il reddito. Se non accetti perdi il reddito e non puoi licenziarti per prendere il reddito”. (Italpress)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.