Olimpiadi2026: Appendino “Modello a tre insostenibile per Paese”

“Un anno fa Milano, Torino e Cortina hanno presentato un dossier dettagliato con proposte di sviluppo legate alle Olimpiadi e su questo abbiamo lavorato per un anno. Poi c’è stato chiesto in 24 ore di dare disponibilità’ rispetto a un eventuale modello a tre che ha moltissime criticità, a oggi non risolte, e in un mese e mezzo non e’ cambiato nulla. Credo che chi ha scelto di candidare Milano e Cortina debba prendersi la responsabilità nei confronti del Paese e spiegare perché ha scelto, da un lato, una candidatura che non ha gli impianti, che richiede investimenti nelle infrastrutture e di cementificare, quando dall’altra parte c’è una città che non ha da costruire nulla. Per me e’ inspiegabile e incomprensibile questa scelta”. Cosi’ la sindaca di Torino, Chiara Appendino, ospite a ‘Radio Anch’io’ su Radio1 Rai.

“Non mi e’ chiaro il percorso, non si capisce chi mette le risorse, mi chiedo come si possa fare un evento olimpico senza mettere risorse. Credo che le cose si debbano fare bene e oggi ci sono tanti elementi di incertezza in un modello peraltro diffuso che crea anche problemi gestionali”, ha aggiunto. “Io ho fatto un percorso lineare, credo che le Olimpiadi sono una opportunità di sviluppo, ma non credo si debbano fare su un modello economico e ambientale poco sostenibile. Il modello proposto a tre prevedeva costi per 375 milioni, ma non sono stati messi quelli di gestione dell’evento. Ma su un’area olimpica che va da Torino a Cortina, come gestisci gli eventi e gli atleti o la sicurezza? Era pieno di incertezze e sfumature non comprensibili. La mia posizione è assolutamente coerente, sono arrivata quasi a dimettermi per sostenere la candidatura di Torino. Oggi non penso alle dimissioni, ho un mandato e continuerò a battagliare per la mia città. Il modello a tre è insostenibile per il Paese, molto costoso e per il nostro territorio ha ricadute bassissime”, ha concluso Appendino.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.