Ferrero e Google aziende più attrattive per giovani

I giovani lavoratori con alle spalle almeno due anni di esperienza, ambiscono a lavorare in Ferrero e Google, rispettivamente prime nelle classifiche dedicate ai profili di economici e scientifico-ingegneristici. Per entrambe le aziende il driver di attrattività è rappresentato dalla possibilita’ di imparare all’interno di un ambiente creativo e dinamico. Per Ferrero, l’essere un’azienda italiana, innovativa, di successo sui mercati internazionali e attenta a temi come la qualita’ e l’ambiente, risultano essere gli elementi distintivi. Google rappresenta l’innovazione, ma anche il miglior datore di lavoro da apporre sul proprio curriculum, una sorta di “passepartout” per il proprio futuro professionale. E’ quanto emerge dalla ricerca effettuata da Universum Global, giunta alla 15ma edizione, CHE ha registrato quest’anno un’ampia partecipazione: piu’ di 40,600 studenti di 44 Universita’ in Italia e di 11.400 professionisti, sparsi su tutto il territorio nazionale.

“Siamo fieri di essere l’azienda piu’ desiderata nel mercato del lavoro in Italia per i giovani professionisti con formazione economica e la prima in assoluto di tutto il largo consumo, nelle classifiche stilate da Universum, provider globale nella misurazione dell’Employer Branding”, ha dichiarato Alessandro d’Este, Presidente e Ad di Ferrero Commerciale Italia. “E’ nostro preciso dovere continuare sulla giusta strada, come da tradizione Ferrero, di porre sempre le persone al centro, perche’ sono loro le vere artefici del nostro successo. Siamo felici di osservare che la nostra attrattivita’ come datore di lavoro corra di pari passo alla nostra reputazione aziendale: in entrambi i casi siamo leader in Italia e nel mondo e questo è per noi motivo di grande orgoglio e di grande responsabilita’. Il segreto di questo successo? Oltre a operare nel mondo guidati dalla nostra Responsabilita’ sociale d’impresa, in Ferrero crediamo che ci siano alcuni aspetti che qualifichino un buon ambiente di lavoro”, continua d’Este.

“Per noi l’azienda deve saper esprimere, con coerenza e nei fatti, un insieme di valori etici che i lavoratori condividano e di cui possano essere orgogliosi. Dobbiamo poi assicurare loro un luogo di lavoro in cui si sentano liberi di esprimersi, considerati e valorizzati, senza alcuna discriminazione. Dobbiamo poi saper mostrare una sensibilita’ alle esigenze personali dei dipendenti, che devono esser messi in grado di produrre i migliori risultati ed esser valutati per quelli. Infine – conclude d’Este – offriamo ruoli e responsabilita’ che permettano loro di accrescere le competenze individuali, fornendo opportunita’ di crescita professionale internazionale e condizioni economiche in linea col mercato, con le competenze e con il contributo individuale fornito alla performance complessiva”. (Italpress).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.