Solo il 37% italiani allena le funzioni cerebrali

Stressati e stanchi, abituati ‘a correre’ e affrontare mille impegni quotidiani. L’unico rimedio e’ fare una pausa: la soluzione potrebbe essere concedersi una piccola sessione di mindfulness, in italiano “consapevolezza”. Negli Stati Uniti puo’ gia’ contare su oltre 20 milioni di appassionati, ma anche da noi sono sempre piu’ numerosi a sperimentare questa tecnica di meditazione che insegna a liberarci dalle abitudini che ci condizionano e che, secondo uno studio dell’Universita’ di Waterloo, in meno di mezz’ora riattiva il cervello e l’energia. Una proposta allettante soprattutto per quelli che, a poco piu’ di un mese dalla pausa estiva, si sentono indeboliti, come se non fossero mai andati in vacanza. Secondo il recente sondaggio di SWG per Novartis, solo il 37% degli italiani si dedica a esercizi che aiutano a mantenere allenate le funzioni cerebrali, mentre il 70% ignora che le tecniche di rilassamento come la mindfulness possano essere utili a preservare le capacita’ cognitive, cambiando il modo in cui il cervello elabora le informazioni e gestisce gli effetti dello stress e dell’ansia.

Proprio a questa “consapevolezza” e’ dedicata la nuova release di Brainzone.it, la piattaforma web di Novartis dedicata alla sensibilizzazione sull’importanza della cura del cervello e sulle patologie neurologiche, giunto quest’anno alla sua quarta edizione con tantissime novita’. Con gli audio tool per il rilassamento guidato, indicati per chi e’ in continuo movimento, sara’ possibile favorire il rilassamento mentale, semplicemente indossando un paio di cuffiette. Un’altra grande novita’ e’ la sezione “Brain Challenge”, il test per tenere in allenamento il cervello. Con questo test di auto-assessment sara’ possibile verificare quanto ciascuno si prende cura della propria materia grigia, ricevendo anche consigli di neuro empowerment personalizzati. Tutto cio’ sara’ disponibile in una nuova sezione del sito ricca di quiz che stimoleranno le abilita’ di analisi e deduzione con rompicapi irresistibili, dilemmi logici, schemi e strutture da decifrare.

“Le buone capacita’ mentali possono essere mantenute o migliorate grazie alla cura e all’esercizio della mente – dichiara Nicola De Pisapia, ricercatore al Dipartimento di Psicologia e Scienze Cognitive all’Universita’ di Trento e tra i fondatori di Neocogita -. Numerose sono le attivita’ che possiamo fare per prenderci cura del nostro cervello e del suo buon funzionamento: imparare a conoscere quello che ci fa bene e avere a disposizione gli strumenti giusti e’ fondamentale per permetterci di dare il meglio di noi stessi e di preservare un organo cosi’ importante.” Per rispondere a queste esigenze, Brainzone quest’anno ha lanciato il progetto “Brain Wellness”, uno spazio on-line dove stimolare e potenziare le proprie funzionalita’ cognitive utili nella vita di tutti i giorni. Un vero e proprio percorso di training mentale, sviluppato da un team di esperti, al termine del quale ognuno ricevera’ la valutazione sui propri progressi e i suggerimenti per poter mantenere attiva la funzione cerebrale e mentale ad ogni eta’.

Dal portale l’utente potra’ accedere ad aree dedicate, pensate proprio per chi ha voglia di divertirsi e tenersi in allenamento, per poi ripetere il test misurando i propri progressi e tenendo sotto controllo i risultati. “Novartis, azienda che ha scritto pagine importanti nella storia di alcune malattie neurologiche tra cui la sclerosi multipla, oggi, vuole continuare a contribuire alla creazione di una cultura del benessere del cervello. Siamo fieri di aver reso possibile un’ulteriore implementazione del progetto Brainzone, che gia’ da quattro anni ci vede coinvolti, grazie a nuovi contenuti scientifici validati da un team multidisciplinare di esperti – sottolinea Alessandra Dorigo, Head Business Franchise Neuroscience di Novartis -. Per continuare a rafforzare l’identita’ del progetto, e con la nascita di questa nuova “area protetta” per il cervello, in questa nuova edizione Brainzone si candida a diventare ambassador scientifico della Brain Wellness”. (Italpress).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.