Furlan: “Speriamo Tria voglia crescita e sviluppo”

“Il compito del ministro Tria è molto complicato, come quello dei suoi predecessori. Ma noi speriamo che Tria voglia una finanziaria per la crescita e lo sviluppo”. Cosi’ la leader della Cisl, Annamaria Furlan, a Napoli nel corso del lancio del “Manifesto per il lavoro agroalimentare ed ambientale” voluto dalla Fai Cisl. “La manovra di bilancio – ha aggiunto – deve guardare innanzitutto allo sviluppo del Paese, a fare crescere il Pil. C’e’ tanta discussione sui decimali, ma se riusciamo a far crescere il Pil anche questo problema sara’ superato”. Secondo la segretaria generale della Cisl per aumentare il Pil bisogna “investire in infrastrutture, ricerca, innovazione e appoggiare l’innovazione nelle imprese che costituisce il vero modo di creare occupazione stabile. Sara’ importante che la manovra guardi innanzitutto a questo: a come far crescere il Paese”.

Sul tema del Mezzogiorno, la leader della Cisl ha sottolineato che “non si risolve il problema del lavoro al Sud con i sussidi. Servono investimenti materiali e immateriali, spendere bene i fondi strutturali europei e soprattutto un clima di legalita’ e sicurezza nei territori. Mi rifiuto di pensare che i giovani di Napoli e delle altre regioni del Sud preferiscano il reddito di cittadinanza a un lavoro stabile e sicuro. La prima questione da affrontare e’ come creiamo le condizioni perche’ le imprese siano attratte a investire nel Sud. Bisogna portare qui il lavoro e tutta la classe dirigente del paese dovrebbe misurarsi sul fare e non sul dire, individuando obiettivi con senso di responsabilita”. (Italpress).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.