Calcio: Mourinho fuori da coppa, con Pogba rottura totale

L’eliminazione con il Derby County di Frank Lampard alla fine e’ il problema minore. “E’ la competizione meno importante tra quelle che giochiamo, non mi preoccupa”, il commento di Jose’ Mourinho alla fine della partita, persa ai rigori. E in effetti ci sono altri argomenti da affrontare e fanno discutere sicuramente di piu’. Il piu’ scottante e’ quello legato a Paul Pogba che ieri non e’ stato convocato e ha assistito alla partita insieme a Pereira e Shaw. In un video che gira sui social, i tre ridono e scherzano mentre la squadra lotta per evitare l’eliminazione. I tifosi non hanno gradito e si sono sfogati sulla rete, poi sono arrivate le parole di Mourinho che ha confermato la decisione di revocare i gradi al francese che era stato promosso vice-capitano e che in tre occasioni aveva portato la fascia al braccio. “Con Paul non c’e’ nessun problema, ma confermo non sarà piu’ il capitano in seconda, questa e’ la mia decisione, cosi’ come era stata mia la scelta di farlo vice-capitano, sono l’allenatore e non devo dare spiegazioni a nessuno”, ha dichiarato ieri Mourinho dopo l’eliminazione. In settimana c’erano gia’ state scintille tra i due con l’ex Juve che dopo l’1-1 contro il Wolverhampton aveva criticato l’atteggiamento della squadra, quindi indirettamente anche Jose’ Mourinho. Ma poco prima era stato lo Special One a tirare le orecchie al giocatore, almeno secondo la ricostruzione del “Sun”.
L’1-1 dei Wolves, infatti, nasce da un pallone perso dal centrocampista francese e Mourinho, negli spogliatoi, avrebbe ripreso il giocatore davanti a tutti, chiedendogli maggiore concentrazione per evitare errori come quello. Poi lo sfogo in zona mista di Pogba: “quando siamo in casa dovremmo attaccare, attaccare e attaccare, penso sia stato questo il nostro errore oggi. Cosa ci impedisce di attaccare? Non posso dirlo io, non sono l’allenatore”. La stampa inglese parla di rottura insanabile e, ovviamente, ripartono le indiscrezioni di mercato: Barcellona e Juventus le piste piu’ gettonate, ci sarebbe anche il Psg, ma secondo il “Mirror” servono 200 milioni di sterline (circa 224 milioni di euro) per il cartellino del campione del mondo che ha ancora tre anni di contratto con i red devils.
(ITALPRESS).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.