Vaccini: Grillo “Per morbillo va mantenuto obbligo, per esavalente no”

“Noi ci siamo opposti al decreto Lorenzin, il nostro obiettivo è superarlo, ma non perché siamo contro i vaccini. Qualcuno su questo ha fatto confusione, la nostra posizione e’ favorevole ai vaccini, ma tende a usare lo strumento dell’obbligo in maniera intelligente”. Lo ha detto la ministra della Salute Giulia Grillo, ospite de “L’Aria che tira”, su La7. “Per il morbillo mi pare sia necessario l’obbligo, mentre per altre patologie è sufficiente la raccomandazione, penso per esempio al vaccino esavalente”, ha proseguito Grillo. In merito alle polemiche sull'”obbligo flessibile”, per la ministra “l’aggettivo ‘flessibile’ non si riferisce all’obbligo, ma alla possibilta’ di usarlo in differenti momenti e circostanze. E’ quello che fanno ad esempio in Francia e in Spagna”.

Per proteggere gli immunodepressi “bisogna raggiungere le coperture vaccinali necessarie – ha sottolineato la ministra -. Lo strumento è quello, non l’obbligo. Anche avendo l’obbligo l’epidemia di morbillo sta continuando. Le soglie di copertura vaccinale non sono salite per l’obbligo, ma per il dibattito pubblico che c’e’ stato”. Quanto all’autocertificazione, per la Grillo “doveva interrompersi con un sistema di anagrafe vaccinale, che il governo precedente non ha fatto, e che stiamo facendo invece noi”. (Italpress).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.