Di Maio: “Berlusconi sette volte traditore della Patria”

“Silvio Berlusconi ha annunciato che mi querelerà per aver detto che è un traditore della Patria. Dato che è vero non mi preoccupo assolutamente, anzi. Dall’immigrazione ai trattati europei,l’incandidabile Silvio Berlusconi ha tradito l’Italia e gli italiani almeno sette volte. Rinfreschiamogli la memoria”. Così il candidato del M5S alla presidenza del Consiglio, Luigi Di Maio, in un post sul blog delle Stelle. “MIGRANTI ECONOMICI. Lo scorso 16 novembre Forza Italia ha votato al Parlamento europeo la riforma del Regolamento di Dublino che prevede una cosa: l’Italia è obbligata a gestire tutti i migranti economici arrivati. Per loro non è previsto nessun ricollocamento, nessuna solidarietà europea, nessuna condivisione degli oneri legati alla gestione dell’immigrazione – aggiunge -. È quello che voleva la Merkel. La bomba sociale la sta creando il traditore Berlusconi: nel 2016 le domande di asilo sono state 123.000 (10.000 al mese, il 47% in più rispetto all’anno precedente) ma la maggior parte di queste è stata negata: il 61% resta a carico dell’Italia perche’ sono considerati migranti economici. Per questi i rimpatri sono difficili visto che mancano gli accordi con la maggior parte dei Paesi di provenienza. SANATORIE. Tra il 1998 e il 2009 in Italia sono stati regolarizzati 214 mila immigrati irregolari da parte dei governi di centrosinistra, e circa 945 mila immigrati irregolari da parte dei governi di centrodestra con Maroni Ministro dell’Interno. I governi Berlusconi-Lega hanno fatto le sanatorie perché le loro politiche sbagliate https://business.facebook.com/movimentocinquestelle/videos/10155819 942540813/ hanno moltiplicato i clandestini. In Italia è ancora in vigore la Bossi-Fini, Bossi… qualcuno si ricorda di che partito e’? E chi pensa che la Bossi-Fini abbia risolto il problema dell’immigrazione illegale? Nessuno! REGOLAMENTO DI DUBLINO. È la radice di tutti i mali. Forza Italia e Lega urlano per coprire il loro più grande fallimento. Sono stati proprio loro a firmare nel 2003, quando erano al governo, il Regolamento di Dublino, quello che obbliga l’Italia a trattare da sola tutte le domande di asilo da parte dei migranti sbarcati in Italia. Il MoVimento 5 Stelle e’ stato il primo a denunciare gli effetti apocalittici di questo regolamento. Bisogna stracciarlo”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.