Influenza in gravidanza, 7 casi gravi, nessuno lo scorso anno

“Le donne in dolce attesa devono prestare particolare attenzione all’influenza in quanto più esposte al rischio di complicanze che possono avere effetti negativi sia sulla mamma, sia sul bambino. Vaccinazione, innanzitutto, ma anche semplici accorgimenti nella vita di tutti i giorni”: è quanto raccomanda l’Associazione Ostetrici Ginecologi Ospedalieri Italiani (AOGOI) alla luce dei dati diffusi dall’Istituto Superiore di Sanità che segnalano 7 casi gravi di influenza nelle donne in gravidanza per questa stagione influenzale, contro nessuna segnalazione registrata lo scorso anno. “Durante la gestazione, le donne non sono di per sé più esposte a contrarre il virus dell’influenza, tuttavia il calo fisiologico delle difese immunitarie le rende, rispetto alla popolazione generale, più a rischio di sviluppare complicanze, ad esempio la polmonite, che possono mettere in pericolo la loro salute e quella del nascituro – dichiara Elsa Viora, Presidente AOGOI -. L’influenza si presenta con i classici sintomi quali dolori articolari, mal di testa, raffreddore, tosse, catarro e febbre, che hanno un effetto debilitante sulla futura mamma ma, se controllati, non comportano particolari rischi per il feto. Particolare attenzione, invece, deve essere posta in caso di sintomi respiratori importanti e febbre alta, superiore ai 38 gradi. Quest’ultima, infatti, potrebbe determinare la comparsa di contrazioni dell’utero e indurre un travaglio prematuro, con possibili rischi per la salute del neonato”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.