Scuola: Anief “Trattativa ferma, altri comparti sottoscrivono accordo”

“Per la scuola il rinnovo del contratto si sta rivelando complesso e di difficile soluzione: le previsioni ottimistiche che ci hanno espresso per mesi, paventate evidentemente da chi non conosce i tanti problemi irrisolti del settore, si sono infrante contro la dura realtà. Fatta di aumenti ridicoli, pari a 40 euro netti medi per il 2018 e solo 220 euro netti di arretrati per il 2016 e il 2017. A cui si aggiunge una revisione peggiorativa delle norme, con i nostri docenti in classe quasi le stesse ore della media Ocse, pur con lo stipendio inferiore di almeno 20%, in cambio del quale si chiede ora di incrementare le mansioni e le sanzioni”. A fronte di queste indicazioni, Anief da diverso tempo ha espresso la sua posizione di netta contrarietà alla firma del contratto, arrivando a parlare di proposta irricevibile dell’Aran. La novità di questi ultimi giorni e’ che anche i sindacati rappresentativi, quelli che siedono quindi al tavolo della trattativa con la parte pubblica, cominciano a fare gli stessi ragionamenti. “L’impressione – spiega Marcello Pacifico, presidente nazionale Anief e segretario confederale Cisal – è che si sia giunti ad un momento di blocco della trattativa. La stessa mancata convocazione dei sindacati da parte dell’Aran, che avrebbe dovuto convocare i sindacati la scorsa settimana, è indice di distanza tra le parti. Lo scenario che si sta prefigurando, tra l’altro, diventa ancora più inaccettabile dal momento che gli altri comparti pubblici stanno man mano chiudendo i contratti di settore: l’altro giorno è stato siglato, ad esempio, quello delle Forze armate, di sicurezza e di polizia, ai quali andranno tra i 125 e i 132 euro medi a lavoratore. Ovvero, quasi il doppio di quanto previsto per i dipendenti della scuola, per i quali non si andrà oltre i 72 euro”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.