“Best Countries 2018”, Italia prima per qualità cibo

L’Italia è prima nel ranking mondiale per qualità e reputazione del cibo grazie alla straordinaria storia, cultura, gusto e varietà dei prodotti e delle ricette offerti. È quanto emerge da un’analisi della Coldiretti sul rapporto “Best Countries 2018”, presentato in occasione del Forum economico di Davos. L’Italia – sottolinea la Coldiretti – è prima per patrimonio culturale grazie al massimo dei voti ottenuto nell’aspetto della tradizione gastronomica (10) davanti alla Spagna (9,7), al Messico (8,6), alla Grecia (9,4), alla Francia (8,9) e all’India (8). Nell’anno del cibo italiano nel mondo il nostro Paese ha sbaragliato la concorrenza di 80 nazioni, che rappresentano circa il 95% del Pil mondiale. È la conferma di una ricchezza riconosciuta a livello internazionale anche grazie ai “tesori” agroalimentari italiani iscritti nella Lista rappresentativa del patrimonio culturale: dall’arte dei pizzaiuoli napoletani (2017) alla Dieta mediterranea (2010) fino alla vite ad alberello di Pantelleria (2014). L’Italia è peraltro leader comunitario nelle produzioni agroalimentari di qualità con ben 818 denominazioni riconosciute, tra cibo e vino. Tesori di un’Italia dai mille campanili dove – sottolinea Coldiretti – nei piccoli comuni sotto i 5 mila abitanti si produce il 92% delle specialità enogastronomiche nazionali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.