Anief: più ore di diritto a scuola, appello raccoglie consensi

Introdurre più ore di diritto nella scuola per rafforzare i valori della legalità tra le nuove generazioni. Ha fatto proseliti la proposta dell’Anief, portata in Parlamento l’autunno scorso, attraverso precisi emendamenti alla Legge di Stabilità 2018, al fine di introdurre la disciplina Cittadinanza e Costituzione nel biennio iniziale di tutte le scuole superiori e darne uno spazio adeguato anche all’interno dei programmi professionalizzanti dell’alternanza scuola-lavoro: nel corso di un convegno promosso da Apidge, associazione professionale dei docenti di diritto, in occasione del 70° anniversario della Costituzione, a Palazzo Madama si è parlato di una proposta analoga, al fine di allargare anche alla scuola superiore di primo grado. Durante il convegno al Senato, si è svolta la presentazione del disegno di legge dei senatori Molinari-Liuzzi-Giannetti per l’insegnamento dell’educazione civica alle medie e il diritto nelle scuole superiori. “Tale disciplina – sostiene l’Anief – va introdotta in tutti i percorsi didattici di alternanza scuola-lavoro del secondo biennio di tutte le scuole secondarie di secondo grado in misura pari ad almeno un terzo del programma previsto, con l’obiettivo di perseguire il potenziamento delle conoscenze in materia giuridica ed economico finanziaria e di educazione all’auto imprenditorialità, lo sviluppo di comportamenti responsabili ispirati alla conoscenza e al rispetto della legalità, della sicurezza, della sostenibilità ambientale, dei beni paesaggistici, del patrimonio e delle attività culturali previsti dal comma 7 della suddetta legge”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.