First Cisl: “Sei riforme per tutelare risparmio e lavoro”

“Adesso basta, si assiste alle assoluzioni o al sequestro di pochi spiccioli per chi governava le banche demolite dalle cattive gestioni e intanto la melina dei rinvii in tribuna nell’attesa delle liste elettorali allontana quella relazione della Commissione banche che ormai dubitiamo sancisca l’urgenza di una riforma socialmente responsabile del sistema bancario. Ecco perché abbiamo deciso di mettere a disposizione della politica e della società civile sei proposte orientate a tutelare i risparmiatori e l’occupazione, ma anche a punire i responsabili dei disastri bancari”. Così il segretario generale di First Cisl, Giulio Romani, presenta “AdessoBanca!”, il “manifesto per la tutela del risparmio e del lavoro” elaborato dal sindacato di categoria insieme alla Cisl. “La definizione del reato di disastro bancario non può attendere – spiega Romani -, ma questo non basta se non restituiamo le banche ai cittadini, favorendone la partecipazione anche attraverso vantaggi fiscali per gli investimenti stabili nel capitale e la costituzione dei trust dei piccoli azionisti con lo scopo di esercitare il voto in base a obiettivi di carattere sociale, quali la tutela del territorio, dell’occupazione e del risparmio, le politiche creditizie per la piccola e media impresa o le politiche salariali responsabili. Altro passo necessario è liberare i lavoratori dall’odiosa pratica delle pressioni commerciali e garantire una forte formazione finanziaria alla clientela. Va inoltre rivista la normativa Mifid, oggi inefficace”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.