Juve: Allegri “La sosta incognita, Buffon resta il titolare”

Domani sarà a disposizione anche Rugani: “Dovrebbe essere disponibile, ha avuto due giorni di gastroenterite, ieri si è allenato, oggi sarà con la squadra e domani sarà a posto”, ha aggiunto Allegri che per il momento non è ancora del tutto d’accordo sui paragoni Pirlo-Pjanic: “Andrea era cresciuto in quel ruolo dopo aver giocato davanti da ragazzino, Pjanic negli ultimi sei mesi ha cominciato a giocare davanti alla difesa, i tempi di gioco sono migliorai e gioca più da regista però sono ancora due giocatori diversi, distanti”. Come detto, domani si riparte dopo quindici giorni: “I ragazzi si sono ripresentati bene e abbiamo lavorato bene – ha aggiunto l’allenatore -. E’ stata una buona settimana di lavoro e comunque sia abbiamo dei carichi di lavoro addosso che ci ritroveremo cammin facendo. Ecco perché domani sarà importante portare a casa la vittoria sapendo che veniamo da 15 giorni di stop”. A domanda precisa su chi vincerà lo scudetto, ancora una volta Allegri non ha voluto e potuto sbilanciarsi: “Noi sappiamo che dobbiamo fare grandissime cose perché il Napoli ha fatto 51 punti. La Juventus sta facendo un cammino importante e sulla strada ha trovato un Napoli che sta facendo da lepre. Mancano 18 partite, ci vuole molta calma, da aprile inizieranno gli scontri diretti e ci dobbiamo arrivare nelle migliori condizioni. La Juventus, anche se è da sei anni che vince, deve fare di tutto per vincere il settimo scudetto anche perché il Napoli sta facendo molto di più”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.